@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Ciò che dovrebbe fare la Destra

Quali sono le cose che una Destra che voglia seriamente porsi come soggeto politico e non solo come contenitore elettorale dovrebbe fare?
Quali sono le idee che una Destra che abbia intenzione di assumere la ledership ideologica del proprio schieramento deve sviluppare e sostenere?
Su questi punti, che sono poi i nocciolo del problema dell'esistenza vera di una Destra nel nostro Paese il dibattito tende un poco a languire, tutti noi preferiamo, male comune anche all'altra parte della politica, a combattere le battaglie del giorno per giorno, criticando le estemporanee uscite del nostro premier quando esagera o le assurdità del Prodi, del Bertinotti o del Fassino quando parlano, cioè quando esagerano.
Ci aggrappiamo ai fatti della cronaca, alle notizie della politica spiccia per commentarle con consapevole conoscenza e brillantezza di pensiero e di eloquio, immaginando, sperando, che i Valori in cui crediamo siano chiari, condivisi, espliciti.
Spesso così non è.
Chiediamoci che cosa intendiamo per dire che siamo liberisti, fino a che punto il mercato deve essere "selvaggio"? quali le regole che dobbiamo mantenere e perchè?
Chiediamoci che cosa intendiamo per dire che siamo "conservastori compassionevoli", che aiuti lo Stato deve garantire a chi non ce la fa e quali iniziative di beneficenza, di solidarietà dobbiamo lasciare alle comunità dei cittadini?
Chiediamoci che cosa intendiamo per dire che siamo degli amanti dell'ordine costituito, su quali debbano essere le linee guida che garantiscano i cittadini che bene operano e colpiscano i cittadini che delinquono.
Chiediamoci se e quanto possiamo dirci europei od europeisti, ma anche verso quale Europa vogliamo andare, perchè se sappiamo benissimo quale non ci piace; vogliamo lasciare a Blair la possibilità di indicarci da solo la strada per una nuova visione?
Chiediamoci cosa voglia dire essere cattolici, laici, laicisti e quali conseguenze questo possa avere sulle normative che afferiscono alla morale pubblica e privata ed ai suoi grandi temi
Chiediamoci cosa voglia dire sentirsi compiutamente occidentali, se si debba seguire costantemente la politica USA, come fedeli ed acritici alleati o se nella nostra fedeltà alle alleanze liberamente assunte dobbiamo farci promotori di visioni di un atlantismo forte ma autonomo.
Soltanto se ci faremo queste domande, se ci sapremo dare, dibattendole, naturalmente, le adeguate risposte allora potremo definirci un'area di pensiero, io penso anche trainante, oppure resteremo un assieme di singoli che condividono una parte delle individuali visioni del mondo, della politica, dell'Italia.
:: posted by il_Corsanico @ 13:41


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger