@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Hanno paura della lira ?

La proposta del Ministro Roberto Maroni della Lega di far votare gli Italiani, chiedendo loro un o un no all'abbandono dell'euro per ritornare alla lira, ha scatenato un coro di irrisione.
Gianfranco Fini si è anche permesso di interpretare (senza conferma dall'interessato) il pensiero di Silvio Berlusconi.
Romano Prodi, cieco e sordo ai disastri del suo euro, rilascia dichiarazioni totalmente favorevoli alla costituzione europea (recentemente bocciata da francesi e olandesi) e all'euro.
Perchè un tale accanimento contro una proposta che restituirebbe al Popolo - che paga - il diritto di decidere in materia di unione europea ?
Certo: la nostra costituzione quasi 60enne (1948, ma redatta nel biennio precedente) vieta i referendum sui trattati internazionali.
Certo il ritorno alla lira non sarebbe indolore.
Certo senza l'euro chissà ... avremmo fatto la fine dell'Argentina o ... quella della Gran Bretagna ?
Certo una uscita isolata dell'Italia sarebbe rischiosa (molto meno se uscissero un gruppo di paesi).
Ma un merito la proposta di Maroni ce l'ha: ha gettato un sasso nella palude dell'europa come totem indiscutibile.
E lo dimostra tanto di più la reazione del socialista Borrel (presidente del parlamento europeo) per il quale: "dall'euro non si torna indietro".
Ecco, solo questa affermazione, dogmatica e assolutista, profondamente illiberale e vessatrice dell'indipendenza e sovranità nazionale mi indurrebbe ad essere favorevole alla proposta di Maroni.
In fondo cosa si chiede se non un voto a chi detiene la titolarità della sovranità, cioè al Popolo ?
Oppure anche il principio della sovranità popolare è stato soppresso, senza chiedercelo, dall'europa di Prodi e Borrel ?
O, molto più probabilmente, i burocrati dirigisti che vogliono trasformare l'unione europea nell'unione sovietica del terzo millennio, hanno paura della nostra vecchia, cara, lira ?

M.F.
:: posted by il Castello @ 11:17


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger