@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Imposta RAPina

La famigerata Imposta RAPina di Prodi, Ciampi e Visco, ancora una volta ha ottenuto la grazia di un rinvio.
Non ci piace l’idea, ma i numeri di bilancio, con i vincoli di Bruxelles e i ricalcoli del socialista Almunia, amico di Prodi e della sinistra italiana, non lasciano troppi margini.
E’ però da segnalare come a strillare più forte sia stato Montezemolo, noto per aver chiesto la riduzione dell’Irap per le grandi aziende.
Viene taciuto, invece, il consenso della Confcommercio che, tramite il suo Presidente Billè, ha convenuto sul fatto che l’Irap dovesse essere tolta senza aumentare Iva o altre tasse che danneggerebbero i consumi.
E’ quindi bene fare il taglio ... bene per il 2006, nell’ambito di una finanziaria organica che presenti, in primo luogo, il taglio delle tasse (Irap e nuove riduzioni delle imposte sulle persone fisiche) compensato dal taglio della spesa pubblica e non dallo spostamento di imposte su altre voci.
E, poi, se taglio deve esserci, dovrà premiare soprattutto la piccola e media industria, il commercio, gli artigiani, cioè la spina dorsale della nostra economia e non le grandi holding già di loro ampiamente beneficiate da elargizioni pubbliche negli anni passati (dalle rottamazioni alle casse integrazioni, alle assunzioni dei dipendenti in esubero presso la P.A) e che hanno corrisposto ai governanti di allora (ed aspiranti tali di domani) mediante l’appoggio fornito, allora ed ora, dalla stampa di proprietà.
Insomma: premiare chi produce, chi innova, chi costruisce e non chi si limita a gestire o ad architettare combinazioni finanziarie senza creare ricchezza ma solo spostandola dalle tasche dei più a quelle di pochi e soliti.
M.F.
:: posted by il Castello @ 17:34


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger