@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Prima (quasi) certezza:la politica estera

Le mie domande su quali debbano essere i convincimenti convidisi da coloro che sentono di appartenere alla Destra hanno provocato commenti solo su una mia presunta scarsa atlanticità.
Quindi sappiamo che Condy Rice è l'idolo di molti di noi, e, per inciso, che nel prossimo Governo (sperando) Antonio Martino, il più atlantico di tutti, deve passare agli Esteri (peccato, io l'avrei mandato all'Economia.... o magari anche a Chigi.....).
Non l'ha scritto nessuno, ma è l'unico con le carte in regola per fare l'americano più di loro stessi.
La scelta evidente, il pensiero ricorrente è quello della coesione dell'Occidente, del rapporto transatlantico piuttosto di quello intereuropeo, ovviamente in funzione della lotta al nemico emergente, potremmo dire che la NATO del XXI secolo ha una sua funzione di essere, non più baluardo delle libertà economiche e politiche contro il Comunismo, bensì contro l'integralismo e l'intolleranza, che fanno proprie le armi del teerorismo e del fanatismo.
Così abbiamo definito la politica estera, cui unirei la necessità di aumentare la spesa militare per sviluppare Forze Armate di qualità ed anche, almeno un poco, di quantità, perchè se si vuole partecipare a quella che sarà la lunga Guerra al Terrorismo bisogno pensare ad uno strumento capace di proiettare forze consistenti e significativei n giro per il mondo, magari anche in autonomia se la missione lo consente (sulle Forze Armate mi prenoto per uno o più post specifici, ma bisogna lavorarci un pò sopra).
:: posted by il_Corsanico @ 13:45


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger