@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Primarie strumento mediatico

La sinistra ha giocato la carta migliore che ha a disposizione in vista delle elezioni del 2006: le primarie.
La scelta di indire una votazione estesa a tutti gli elettori di sinistra per individuare il leader, consente una copertura mediatica di eccellenza che servirà anche a mascherare l'inesistente programma della coalizione, tale solo per il suo odio verso Silvio Berlusconi.
Nel Centro Destra vi sono attenti osservatori della realtà mediatica e non vi è dubbio che la risposta non tarderà a venire (e potrebbe essere un rilancio verso il Partito Unitario), ma intanto le primarie della sinistra fanno già notizia.
Che se parli bene o male, comunque se ne parla.
Che siano una farsa è evidente dalla mancanza di un candidato che rappresenti il partito di maggioranza relativa della coalizione (DS) e di un candidato che rappresenti la stragrande maggioranza del secondo partito della coalizione (Margherita) a tutto beneficio di una sicure elezione per Prodi che deve confrontarsi solo con dei concorrenti pro forma (a parte forse Bertinotti - con il quale Prodi peraltro va d'amore e d'accordo - ma che solo degli illusi possono vedere come un "nuovo Vendola").
Le primarie sono però anche uno strumento che consentirebbe, se organizzate e gestite in modo serio e realmente competitivo, di togliere agli apparati di partito una parte del loro potere di influenza nelle scelte delle candidature e, in ultima analisi, nelle scelte politiche.
La miglior risposta alle primarie della sinistra, sarebbe la realizzazione del Partito Unitario entro l'estate, per poter proporre agli Italiani non patti conclusi davanti al notaio per la reciproca sfiducia della ventina di partiti che compongono la sinistra, ma un progetto solido per il rinnovamento del sistema della politica, recuperando anche il principio delle primarie nella sua forma originaria e non contaminata dalla farsa di sinistra, ma basato sulla "registrazione" preventiva degli elettori.
M.F.
:: posted by il Castello @ 11:12


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger