@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Referendum: un istituto da cambiare ... radicalmente

La netta sconfitta delle istanze referendarie il 12 e 13 giugno, tanto più pesante in quanto questa volta si erano impegnati i partiti e i sindacati con la maggiore capacità di mobilitazione, obbliga a ripensare a questa forma di democrazia diretta.
Sopprimendola ? No, dandole delle nuove regole che possano rivalutare l'istituto referendario, svilito dall'abuso di cui è stato fatto oggetto.
Quali proposte ?
Ognuno ha, sicuramente, la sua ricetta ed unisco la mia.
1) Aumentare il numero minimo delle firme necessarie a convocare un referendum, numero che potrebbe essere indicato in cifra fissa (ad esempio 5 milioni) oppure in percentuale sugli aventi diritto al voto in base all'ultima revisione delel liste elettorali di cui si è in possesso (ad esempio 10%).
2) Abolire il quorum di validità del referendum, la cui proposta vincerebbe se ottenesse la maggioranza dei votanti.
3) Obbligo del versamente di una cauzione (anche sotto forma di fidejussione bancaria) da parte del comitato promotore pari alle spese preventivate per sostenere il referendum. Cauzione che verrebbe incassata dallo Stato qualora la proposta referendaria fosse bocciata dall'elettorato.
4) Obbligo di proporre l'abolizione di una intera legge e non solo di parti o di frasi o, addirittura, di parole di essa, per evitare surrettizie forme di ingegneria genetica legislativa.
5) Riformulazione della domanda referendaria, in modo che il "sì" significhi "sì alla legge" e il "no" sia "no alla legge".
6) Limitazione del numero dei quesiti (e, quindi, delle schede) da proporre ad ogni tornata referendaria che non potrà essere più di una all'anno (ad esempio: non più di 5 schede/quesiti scelti in base al numero di firme valide raccolte) con l'obbligo, per i restanti quesiti che avevano raccolto un numero inferiore di firma, di ripercorrere l'intero iter (quindi un onere per i promotori dei referendum che limiterebbe il ricorso a questo strumento: non più raccolte per decine di quesiti).
Quelle che precedono sono tutte modifiche possibili senza intaccare i principi costituzionali.
Più complesso sarebbe arrivare ad una revisione delle materie da sottoporre a referendum (sono escluse quelle di carattere finanziario e i trattati internazionali) e alla tipologia del referendum (attualmente solo abrogativo e confermativo per le sole modifiche costituzionali).
Revisioni che, però, anche alla luce degli sviluppi politici, dovrebbero essere prese in considerazione per consentire, almeno con referendum consultivi che abbiano un valore vincolante morale sul Governo, di sottoporre al giudizio degli elettori tematiche quali l'adesione a patti internazionali (come la costituzione europea) che limitano l'indipendenza e la sovranità nazionale o l'introduzione di novità che incidono pesantemente nella vita di tutti i giorni (come il cambio della moneta).
M.F.
:: posted by il Castello @ 06:13


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger