@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


london is not alone..tony,united we stand

Non esistono più i tatticismi,non ci sono più le moderazioni,i distinguo. Non c'è più margine di trattativa. Niente, tutto spazzato via da sette esplosioni che hanno cambiato la storia del Regno Unito.
Rimane una cosa sola: schierarsi,dalla parte giusta.
Tony Blair lo ha fatto, George Bush lo ha fatto, Silvio Berlusconi lo ha fatto. Gli altri no,gli altri si sono piegati: hanno parlato,difeso, contrattato, giustificato. Hanno svenduto la nostra civiltà, si sono tirati fuori da una guerra senza esclusioni di colpi e hanno mandato avanti gli altri.
Oggi Londra paga il suo prezzo,un prezzo altissimo. Ma lo paga l'intera Europa, lo paga l'intera civiltà occidentale.
Tony Blair lo ha detto, forte e chiaro: saremo più forti di chi semina morte. Come la regina Elisabetta I, come Winston Churchill, oggi il premier torna nella city ferita. A dire che nessuno deve sentirsi autorizzato a mollare un centimetro,perchè da oggi l'Inghilterra è in guerra. Più che mai.
E l'Inghilterra guerre così non le perse. Fermò Hitler, fermò Napoleone, fermerà anche Al Qaeda.
C'è da difendere la storia, la civiltà, le conquiste di un popolo. Oggi, l'union jack sventola orgogliosa dei contenuti che esprime. Orgogliosa persino di essere stata attaccata, perchè adesso le carte sono in tavola: a Covent Garden è stato schierato l'esercito. E quando schiera l'esercito, Albione vince.
Londra si è rialzata,è in piedi pronta a combattere: non lasciamola sola. Nè ora nè mai.
freedomland
:: posted by Simone Bressan @ 18:34


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger