@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Riforma Castelli: il Senato approva definitivamente

Per la seconda volta nel corso della legislatura, il Parlamento ha approvato la Riforma dell’ordinamento giudiziario o Riforma Castelli.
La prima approvazione fu vanificata da una impuntatura di Ciampi, ma adesso non ci sono storie: la riforma c’è.


Sul sito del Ministero della Giustizia la scheda completa di tutto l’iter della legge.
Ma cosa c’è di rilevante nella Riforma Castelli ?
C’è la filosofia di base, come è stato per altre riforme del Governo Berlusconi che possono essere ancora migliorate, ma rappresentano inequivocabilmente una inversione di tendenza rispetto alla precedente filosofia legislativa, influenzata dalla lobby togata.
La Riforma Castelli è il riappropriarsi da parte della politica della funzione legislativa.
Ma è anche dare alla magistratura una ossatura più efficiente, moderna e indipendente.
Di rilievo nella Riforma Castelli gli aspetti riguardanti la carriera dei magistrati, sino ad ora piattamente basata sull’automatismo e sull’anzianità, adesso vedrà anche concorsi e promozioni per i capaci e meritevoli.
La separazione delle carriere tra magistratura inquirente (p.m.) e giudicante ci avvicina allo standard occidentale, anche se rimaniamo ancora lontani da quel che considero il “top” che troviamo negli Stati Uniti con l’elezione popolare dei procuratori (i nostri p.m.) e con la nomina a giudice per avvocati e giuristi di chiara fama ed esperienza.
I magistrati avranno opportunità di aggiornamento e di approfondimento, con una scuola per magistrati che fornirà formazione continua.
I provvedimenti disciplinari saranno maggiormente trasparenti, superando le ovvie e facili critiche che tutti possiamo formulare, trattandosi di una categoria che giudica i suoi stessi membri, anche davanti alle accuse formulate da terzi.
E si potrebbe continuare analizzando, articolo per articolo una Riforma che, come ha dichiarato il Presidente Berlusconi, “non è quello che avremmo voluto fare all'inizio, ma è un primo e importante passo verso una giustizia giusta e processi che siano contenuti nel tempo”.
Sì, perché un principio fondamentale della nostra Civiltà è che raggiunto un traguardo, si pensi a quello successivo, in un continuo migliorare e progredire (a differenza di “altrifermi e arretrati ad almeno sette secoli fa).
Così, incassata la Riforma Castelli la Giustizia è si più giusta, ma l’obiettivo è renderla ancora migliore, proseguendo nell’iter riformatore che dovrà coinvolgere sempre più i magistrati che, da parte loro, dovranno opportunamente accantonare i privilegi acquisiti per diventare normalissimi funzionari pubblici e lavoratori, come tanti, come tutti.
M.F.
tratta da Il Giornale del 21 luglio 2005
:: posted by Massimo @ 19:37


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger