@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Un cippo per Giuliani

Un cippo per Giuliani.

Questa la novità a cui lo Stato Italiano ed il Comune di Genova hanno acconsentito, un monumento alla violenza ed alla disobbedienza civile. C’è forse da sorprendersi ? Direi di no. La spirale della glorificazione dei delinquenti è ormai cosa nota, dalla vicenda di Sigonella in cui un Craxi a cresta alzata consentì ai terroristi di fuggire, passando per l’asilo politico di Ochalan, transitando per la vergognosa vicenda della Baraldini accolta in Italia come un’eroina fino alla consacrazione definitiva di Casarini al ruolo di leader politico e di Sofri come personaggio colto e raffinato, addirittura scarcerabile con il beneplacito dal pessimo Ciampi, il quale sembra non veder l’ora di liberare gli avanzi di galera. Ma a questo punto, se qualcuno vuole salire agli onori della cronaca basta che si armi di un vaso di fiori e lo tiri in testa ad un passante affermando che di gesto politico si trattava: il suo angolo di storia sarà assicurato così come due righe sui giornali e magari una statua in cui invece del cavallo egli cavalcherà un rododendro. Che diamine ! In fondo al cimitero la vittima ha pure una lapide commemorativa tutta sua !

Ed ora siamo alla follia: Garibaldi ? Macché. Mazzini ? Neanche. Giuliani. Ragazzo, dice la lapide. Idiota, diciamo noi. Poco importa che l’installazione del cippo sia a totale carico della famiglia. Come mai allora non è consentito alle famiglie di poveri carabinieri o poliziotti di creare un cippo ad hoc per i loro cari quando essi muoiono per sventare una rapina ?

Questo non è un monumento da tollerare in una piazza, è una lapide da trasferire nella casa dell’incolpevole famiglia perché non rappresenta nulla di eroico, nulla che valga la pena essere ricordato se non con connotazioni negative. Se proprio vogliamo un monumento facciamolo a Placanica che ha dovuto subire anche l’umiliazione di un processo per essersi semplicemente difeso dal linciaggio.

Nell’attesa di un monumento ai kamikaze, valutate bene l'opportunità di creare pure voi il vostro angolo di gloria per essere ricordati dai posteri, magari non pagando più le tasse. Nella statua che ne conseguirà potreste imperiosamente cavalcare un assegno da dieci milioni di dollari, a vostre spese, ovviamente.

Defendit Numerus
:: posted by Jetset - Libere Risonanze @ 16:06


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger