@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Ecco perchè la sinistra ha paura

E non perde occasione per chiedere le elezioni anticipate, le stesse che quando era maggioranza non volle concedere pur cambiando 3 presidenti del consiglio (e candidando alle elezioni un quarto) e 64 ministri.

IN POLONIA VINCE LA DESTRA
VARSAVIA - I risultati ufficiali delle elezioni politiche in Polonia resi noti oggi dalla Commissione elettorale nazionale confermano la vittoria del partito di destra Diritto e giustizia (Pis) anche nel nuovo senato polacco.Dei 100 senatori 48 rappresenteranno il Pis, 27 saranno di Piattaforma civica (Po) e 10 di Samoobrona (Autodifesa), mentre altri 6 senatori saranno della Lega delle famiglie polacche (Lpr). Il Partito di contadini (Psl) avrà 4 senatori e l'Alleanza della sinistra democratica (Sld) solo 1 senatore. I rimanenti quattro seggi saranno per i senatori indipendenti. (Ansa ore 13,30)

Industria. A luglio +0,6% il fatturato e + 5,6% gli ordini in un anno
L'Istituto nazionale di statistica comunica che, sulla base degli elementi finora disponibili, nel mese di luglio 2005 l'indice del fatturato dell'industria, calcolato con base 2000=100 sul valore delle vendite espresse a prezzi correnti, è risultato pari a 115,8 segnando una variazione positiva dello 0,6 per cento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Il fatturato è diminuito dello 0,4 per cento sul mercato interno ed aumentato del 3,4 per cento su quello estero.L'indice degli ordinativi è risultato pari a 111,6, con un incremento tendenziale del 5,6 per cento. Gli ordinativi sono cresciuti del 2,0 per cento sul mercato interno e del 13,0 per cento sul mercato estero.Gli indici generali destagionalizzati del fatturato e degli ordinativi sono risultati pari, rispettivamente, a 107,2 e 106,4, presentando, nel confronto con il mese precedente, un incremento dell’1,8 per cento, il primo, e del 3,6 per cento, il secondo. (Istat del 26/09/2005)

Commercio estero. A luglio il saldo complessivo è pari a +2.387 mln di euro
Nel mese di luglio 2005, rispetto allo stesso mese del 2004, le esportazioni verso i paesi Ue sono aumentate dell’1,5 per cento e le importazioni dell’1,8 per cento. Il saldo commerciale è risultato positivo per 1.858 milioni di euro, a fronte a un surplus di 1.884 milioni di euro registrato nello stesso mese del 2004. Rispetto a giugno 2005 i dati destagionalizzati registrano in luglio un incremento dell’1 per cento delle esportazioni e del 3 per cento delle importazioni.Nei primi sette mesi del 2005, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le esportazioni sono cresciute del 4,9 per cento e le importazioni del 4,1 per cento. Nello stesso periodo il saldo è stato positivo per 486 milioni di euro, a fronte di un passivo di 264 milioni di euro nei primi sette mesi del 2004.(Istat 23/09/2005)


Lungi dall’essere precipitati nel baratro, l’economia italiana si sta riprendendo.

E questo Governo ha agito senza mai mettere le mani nelle tasche degli Italiani.

Mese dopo mese le previsioni catastrofiste dei sinistri managramo vengono smentite dai fatti reali,non da percezioni spesso eterodirette.


Ecco perché Prodi, Fassino & Co. hanno una fretta diabolica di anticipare le elezioni.

@
:: posted by Massimo @ 17:41


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger