@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Il Kamikaze

In lingua giapponese significa "Vento Divino"; nell'accezione attuale, il termine, identifica ormai quasi solo i terroristi suicidi musulmani che in lingua araba vengono detti "shah'id"; e per chi ancora non conoscesse l'arabo (lacuna da colmarsi al piu' presto), cio' significa "martire"; un po' come i nostri progenitori cristiani che, come tutti sanno, si facevano esplodere al Circo Massimo e facevano bratwuerst di tigri, leoni e romani assieme: insomma, piu' o meno la stessa cosa dato che parliamo di "religioni di pace". Ma nell'Italia "progressista" (la e', la e'...) ci sono anche i kamikaze dell'informazione, o meglio: della controinformazione, o meglio ancora: della disinformazione e dell'insulto libero, che come si sa, e' liberamente consentito solo se il destinatario e' di destra (leggi fascista), o peggio nazionalista (leggi xenofobo); il liberale non esiste ancora ed e' allo studio una nuova definizione. Infatti quando il bersaglio si trova dall'altra parte dell'emiciclo, scattano le denunce e le condanne fioccano con una velocita' perlomeno sospetta, considerati i tempi geologici della giustizia italiana. Per "stringere" diro', senza smentire la mia xenofobia, che il kamikaze, questa volta, e' di pelle nera e sangue blu, ad occhio e croce (pardon per la croce), e che i suoi obiettivi prediletti sono rispettivamente: i musulmani intelligenti (esistono, vedi alcuni Allam), gli xenofobi impenitenti (chi qui scrive e chi qui legge), tutto cio' che inizia con la lettera "B" senza alcuna distinzione, ed una Signora in particolare, sulla quale l'araba fenice, poiche' questa risorge sempre dopo ogni esplosione, rovescia missive su missive nelle quali rivela un interesse tra il lesbico ed il ninfomaniaco descrivendo minuziosamente ogni perversione che nel suo delirio presume avvenga (a meno che non abbia installato qualche microspia), nell'alcova della bersagliata. Udite, udite: ora, pure i 400 gatti di Tocque-Ville hanno destato il suo interesse; probabilmente perche' da soli sono piu' o meno il triplo della pur cospicua Ummah islamica cui la martirizzatrice & martirizzanda si erge a paladina. Infatti, su meno di 1.000.000 di cittadini italiani e stranieri, residenti in Italia, di religione islamica, almeno 600.000 sono di nazionalita' albanese o di aree limitrofe; e questi sono in altre faccende affaccendati, e non paiono molto interessati ad instaurare il Califfato in Europa; tra i restanti 400.000, meno di un migliaio frequentano le moschee, che al contario di cio' che pensiamo noi ignoranti e xenofobi, non sono affatto luoghi indispensabili al culto islamico, ma autentici centri di indottrinamento, quasi tutti nelle mani della Massoneria egiziana dei Fratelli Musulmani (l'abbiamo detto alfine) che sono i veri datori di lavoro dell'araba fenicorta sempre risorgente etcetera, etcetera... se poi andiamo scremando tra i musulmani che non hanno ancora bene capito dove si trovano e la "dirigenza" composta prevalentemente di pseudo-imam autoproclamatisi, la cui unica fonte d'istruzione e' stata il Sacro q'ran, ed i reduci del marxismo-leninismo nostrani, cui l'unica fonte d'istruzione e' stata il Capitale (ed il Manifesto per i piu' evoluti), ecco che i numeri arabi, che al contrario di cio' che crediamo noi ignoranti e xenofobi, non fanno ancora oggi parte della lingua araba e sono stati copiati (0 compreso) pari, pari, dalle civilta' persiana ed indiana, ci soccorrono, rivelandoci che il numero approssimativo e' ben al di sotto delle cento unita', tra i quali, gl'italiani saranno, si e no, una ventina. Considerato che in Italia dovrebbero contare gl'italiani e non gli stranieri, ecco dunque che meno di 50 persone sono libere di insultare i rimanenti 57.000.000, di minacciare la decapitazione dei medesimi, senza che la Magistratura, tanto lesta ad intercettare gl'italiani che copulano o defecano, mostri il minimo interesse. Chi desidera visionare il testo (si fa per dire) al quale mi sono "ispirato", lo trovera' in http://orabasta.iobloggo.com/archive.php?eid=121 Avvertenza: questi specchietti per le allodole xenofobe, sono stati disposti per acquisire il numero di IP dei visitatori, onde poterli schedare e catalogare secondo lo stile della Muttwa (la polizia islamica). La legge islamica si occupera' dunque dei miscredenti a cui appartengono. Temo che se le Istituzioni non riterranno di dover provvedere drasticamente, a qualcuno scappera' la pazienza.
:: posted by Lo PseudoSauro @ 10:32


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger