@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Indymedia e Tocqueville.

La sinistra italiana è universalmente nota per le cantonate prese in ogni ambito conoscibile: economia,storia, terrorismo. Sempre schierati dalla parte sbagliata.
Sempre redenti con vent’anni di ritardo.
Ma la sinistra è bella perché varia e,come in ogni oceano che si rispetti, esistono pesci piccoli e pesci grandi.
La grandezza è direttamente proporzionale alle sciocchezze dette.
In questo senso a Indymedia sono dei giganti.

Lasciamo da parte tutte le parole che si ribaltano addosso su Genova, Piazza Alimonda, Girotondi, Zone Rosse, Politica internazionale,ecc.
Facciamo finta che non esistano. E partiamo dalla loro presunta (perché tutta da dimostrare) tolleranza verso il mondo che li circonda.

Mi ha anticipato l’amico Monsoreau nel post qui sotto,citando un post apparso sul loro bellissimo sito.

C sono in questo momento in Italia circa 300 bloggers neocoon i principali sono quello di xxx nota seguace della Lega e Thanksoriana che e' un altro blog detestabile.Quello che unisce questi blog e' l'odio contro le altre culture e le altre civiltà in primo luogo l'odio contro neri ebrei arabi e musulmani.Alcuni bloggers democratici hanno ricevuto da questa gentaglia minacvce personali alla famiglia come ad esempio xxx della IADL.Vorei appellarmi a tutti gli indyani perche' facciano opera di convincimento presso i compagni e ppresso la popolazione servendosi dei media a cui abbiamo accesso, perche' ci sia una mobilitazione delle coscienze contro chi vuole spargere veleni e l'odio nella societò italiana contro ogni forma di razzismi compreso il vilipendio della religione e l'odio antireligioso. per info il blog di xxxil blog di xxx del Manifesto il blog xxx di xxx Segnalate articoli e dichiarazioni che rientrano nella fattispecie dell'incitamento all'odio razziale.

E’ evidente che non hanno mai visitato tocqueville. Ma il meglio deve ancora venire.
Dopo aver affermato con assoluta certezza che ciò che unisce i 300 bloggers della città dei liberi è l’odio razziale,dopo aver preso la più grande cantonata della loro vita dicendo che siamo addirittura anti-ebrei,quando sulla stragrande maggioranza delle nostre homepage campeggia la bandiera con la stella di David, fanno di più.
Su questo "manifesto del niente" anti-tocqueville si mettono pure a discutere e allora le chicche sono impedibili. Un vero cult.

“Questi addirittura riscrivono la storia su xxx leggete crimini rossi,sto infamone cambia le carte in tavola”
“sono fasci,filoamericani,filoisraeliani”

Raccontare i “crimini rossi” sarebbe riscrivere la storia cambiando le carte in tavola?
Ah, si? Forse è vero, quel blogger ha tolto dalla tavola le veline rosse ideologizzate che hanno cancellato le foibe e i crimini dei titini dai manuali.
Quel blogger ha detto che Stalin era un criminale sanguinario, come Hitler. Solo che di morti ne ha fatti molti di più perché qualcuno ,anche al di qua del muro, era connivente quando non complice(un’occhiata al dossier mitrokhin,please).
Ma quel blogger ha il grandissimo dono dell’ambiguità: lui filo-ebreo in una comunità unita dall’odio contro gli ebrei.

“Magdi Allam.La Padania il sindaco di Treviso e mezza rete dei blogs di Tocqueville sono sotto osservazione della IADL che non mancherà di far saltare il culo a razzisti. (...)
Dfodereremo la spada noi non molliamo”

Allora siamo in ottima compagnia? Addirittura Magdi Allam? Proud to be in.
E poi fatemelo dire: bellissima l’allusione alla spada.
Chi era la spada dell’Islam,se non sono indiscreto?
Ma non sono mica contenti. Non si sono coperti ancora a sufficienza di ridicolo.
Perseverano,su un altro post.

“Di questo Torchiaro non aveco mai setnito parlare, ma per vie traverse (di blog in blog si può dire) mi è arrivata la segnalazione che i tocquevilliani si sono mobilitati per un sedicente "giornalista socialdemocratico", Aldo Torchiaro appunto.
Apriti cielo! Un gruppo di scalmanati difensori della libertà di espressione (che per loro equivale a spalare escrementi su negri, musulmani, gay e donne che tengono alla libera scelta) ha comnciato a raccogliere firme e a piagnucolare qui e li (mi è arrivata così la notizia, da uno che l'aveva sentita da un altro).”

Adesso,da intolleranti razzisti siamo diventati un gruppo di scalmanati difensori della libertà di opinione. Mamma mia, che offesa!
Però,la citazione della fonte è da giornalista vero: mi è arrivato da uno che l’aveva sentita da un altro. E mio cugggino??

In un commento a questo post la spiegazione sistematica di quanto successo.
Il problema sono i giornali che formano il pentacolo dell’odio: Libero, L'Opinione, La Padania e Il Riformista.
Favoloso!!

Ma stupenda è la chiosa finale di questo post:

“Buona lettura e mi raccomando, ridete tanto, perché una risata li seppellirà (e scomettiamo che anche questa sarà consdierata una minaccia?)”

Per fortuna che loro sono già stati seppelliti dalla storia. E questa non è una minaccia,è un fatto.
:: posted by Simone Bressan @ 09:59


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger