@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Quattro su quattro

Cos'hanno in comune Bush, Blair, Howard e Koizumi ?


Sono tutti capi di stato o di governo che hanno rivinto le elezioni politiche nel loro paese.
Ma sono anche tra i principali sostenitori della liberazione in Iraq e della pacificazione in atto in quel paese.


La vittoria di domenica del Premier giapponese Koizumi ha confermato che i giapponesi sono ben lungi dal rinnegare la ritrovata iniziativa internazionale del loro paese e vogliono quella liberalizzazione, quel meno stato, più libertà, che è anche nel progetto degli altri Grandi Leaders Occidentali.

L'Iraq, dove per la prima volta dal 1945 il Giappone ha inviato truppe, non è servito alla sinistra giapponese per andare al governo.



Il tentativo di alcuni notabili del partito Liberaldemocratico di sabotare la privatizzazione delle Poste non è servito per togliere dalla scena politica il più Occidentale tra gli ultimi premier giapponesi.


Un Koizumi che ha saputo interpretare la voglia del suo popolo di lasciarsi definitivamente alle spalle la seconda guerra mondiale, per entrare a pieno titolo a da posizioni di prima fila nella politica mondiale.

Tra parentesi: esattamente come Berlusconi.

Alcuni obietteranno: ma in Spagna, in Portogallo ?

In Spagna e in Portogallo (situazioni peraltro diverse: non dimentichiamo l'attentato dell'11 marzo alla vigilia delle elezioni che ha sparato Zapatero al governo) i due Premier uscenti ... non erano candidati.

Per ragioni diverse (Aznar perchè da tempo aveva annunciato il ritiro, Barroso perchè eletto alla commissione europea) i partiti di governo erano guidati dai loro successori: e hanno perso.

In Spagna e in Portogallo, a ben vedere, si è realizzata quella "discontinuità" nella leadership che Casini reclama anche in Italia.

Allora la riflessione, pur nella diversità delle situazioni, può essere questa.

Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia e Giappone hanno confermato - nella continuità - i leaders che hanno portato i loro paesi a liberare l'Iraq, ad impegnarsi per la pacificazione e che ineconomia hanno un approccio meno statalista.

Spagna e Portogallo, con la discontinuità, hanno fatto andare la sinistra al potere.

A buon intenditor ...
:: posted by Massimo @ 06:25


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger