@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Una spinta verso il partito unico

La scelta di Silvio Berlusconi di mettersi in gioco chiedendo una investitura alla base della Casa delle Libertà, rappresenta una spinta propulsiva anche nella vicenda della creazione del partito unico/unitario del Centro Destra.

Dovranno essere individuati criteri e meccanismi di questa elezione che garantiscano una scelta fondata sui reali desideri dell’elettorato del Centro Destra, un elettorato certamente più omogeneo di quanto non sia quello della sinistra e anche di quanto non siano tra loro amalgamati i leaders dello stesso Centro Destra.

Se non esistono dubbi che Silvio Berlusconi è il Leader della Casa delle Libertà, sarà interessante vedere la risposta della base del Centro Destra a questa novità.

L’importante è che non sia una farsa come le primarie sinistre, dove Prodi, anche se perdesse, sarebbe comunque il candidato premier.

L’importante è che Casini e l’Udc dopo aver preteso la messa ai voti dei leaders candidino il leader e non un personaggio di ripiego.

Solo così si potrà dire di avere posto le fondamenta di quel partito unico/unitario che vedrà la luce (per i motivi ampiamente spiegati da Berlusconi) dopo le elezioni del 2006.

Intanto prepariamoci ad avere un palco dal quale illustrare quello che abbiamo fatto e come intendiamo completarlo nella prossima legislatura.

Sì, perché a differenza della sinistra nel 2001 e a differenza della sinistra oggi, noi possiamo vantare un pedigree governativo di tutto rispetto per le riforme attuate e per il progetto che permea l’azione politica della Casa delle Libertà.


Che non è cambiato e si basa sull’ ampliamento della libertà individuale che, unica, crea ricchezza e benessere per tutti.
:: posted by Massimo @ 19:32


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger