@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Rockpolitik, una vergogna !

ROCKPOLITIK, UNA VERGOGNA !


Ieri sera ho avuto la sfortuna di imbattermi nella trasmissione di Celentano, Rockpolitik. Non credo di aver mai sentito una sequela di pagliacciate così grandi come quelle ascoltate, tanto che ad un certo punto non ce l'ho più fatta e sono passato speditissimo su Lara Croft.

Io vorrei sapere perché la RAI permette a personaggi come Celentano di parlare. Costui ha sputato contro l'azienda, contro Del Noce, sputa spesso sul capitalismo (ma vorrei sapere quanto prende di cachet) e critica il governo. Celentano se l'é presa proprio con quell'azienda che gli dà da mangiare, in perfetto stile sinistro, che commisera i poveracci ma viaggia in pompa magna.

Bene ha fatto il governo a tagliare i sussidi che mantenevano i nostri attorucoli provinciali; che ci pensino loro a mandare in attivo i teatri, le case di produzione, i cinema e l'intrattenimento. Basta con cantanti e gli attori che pontificano sui poveracci ma che possiedono i panfili, si sposano con miliardari, girano in Mercedes 600 e vanno in vacanza in Sardegna pieni di soldi fino ai capelli !

La campagna elettorale è iniziata ed i sinistri sono passati all'attacco presidiando i mass-media, ma ciò è che più grave sta nel fatto che hanno utilizzato IL SERVIZIO PUBBLICO.

PROPONGO UNA SOLLEVAZIONE DI MASSA DI TUTTI I BLOGS AL FINE DI INONDARE LA RAI CON PROTESTE.

PASSATE PAROLA E SCRIVETE TUTTI ALLA RAI, almeno una volta alla settimana per chiedere la sospensione del programma.

INOLTRE, QUANDO POSTATE SU TOCQUE-VILLE DIFFONDETE QUESTA INIZIATIVA, mettendo alla fine di tutti i vostri post (non importa quali) le seguenti istruzioni (in blu), fino alla fine del ciclo di trasmissioni Rockpolitik !!!

Vi comunico che ho già segnalato a diverse testate giornalistiche di centro-destra quest'iniziativa.

Per protestare contro la faziosità del programma Rockpolitik, andate nel sito www.rai.it e guardate in alto a destra: c'é una voce che recita "scriver@i".

Cliccateci sopra e vi si aprirà una scheda.

Scegliete la voce "Programma televisivo", vi si aprirà un altro menu:

Alla voce "Programma televisivo" scrivete ROCKPOLITIK.
Alla voce "Opinione" scegliete "è fazioso/di parte".
Alla voce "Proposta" scegliete "sospendere il programma".

Poi aggiungete il vostro commento.


:: posted by Jetset - Libere Risonanze @ 02:28


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger