@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Bush stronca una sinistra cialtrona


La calorosa accoglienza che il Presidente Americano George W. Bush ha riservato al nostro Premier Silvio Berlusconi, ha stroncato tutte le speranze di uno scontro con il massimo alleato che una sinistra falsa e bugiarda riponeva dopo le dichiarazioni di Berlusconi sull’Iraq.

La sinistra è ormai talmente abituata a mentire, manipolando la Storia e persino la cronaca, da aver perso di vista persino quella verità che ogni bugiardo dovrebbe sempre avere ben in mente per continuare nelle sue cialtronerie.

Come ha ben ricordato Watergate in un post denso di riferimenti (*) inequivocabili, Berlusconi (e il Governo Italiano) hanno sempre condotto la stessa politica estera, lineare e coerente.

Berlusconi e il Governo Italiano non ritenevano opportuna la liberazione dell’Iraq mediante l’opzione militare e infatti le truppe italiane non vi hanno partecipato (purtroppo, n.d.r.).

Una volta liberato l’Iraq, Berlusconi e il Governo Italiano hanno attivamente preso parte all’opera di pacificazione, di istruzione delle nuove forze armate e di polizia irachene e di educazione alla democrazia, rimanendo saldi su tali posizioni anche dopo eventi luttuosi come quello di Nassirya.

Il resto appartiene alla manipolazione di una sinistra falsa e bugiarda, cioè della solita sinistra che abbiamo imparato a conoscere in Italia.

A chi scrive può dispiacere, e dispiace, che noi Italiani non si sia combattuto fianco a fianco con gli Americani e gli Inglesi per portare la libertà in Iraq.

Chi scrive condivide in pieno la teoria della difesa preventiva come strumento per garantire la sicurezza, la libertà, la democrazia e il benessere dell’Umanità contro i cosiddetti “stati canaglia”, ricettacolo di terroristi e malfattori di ogni risma.

Ma chi scrive non può pretendere che altri la pensino esattamente come lui e nel panorama politico italiano la posizione del Governo è quanto di meglio possa esserci per cambiare una politica estera da “italietta” abituata ad iniziare le guerre da una parte e finirle dall’altra: questa volta abbiamo cambiato registro e siamo ancora in Iraq, da cui ce ne andremo solo nel quadro di un accordo con gli alleati e il governo locale.

La calorosa accoglienza e la rinnovata amicizia tra Bush e Berlusconi ci dice tutto questo e la sinistra, che aveva squittito per le dichiarazioni che confermavano la linea italiana, ora squittisce di rabbia perché Bush, che a differenza dei sinistri nostrani ha buona memoria e archivio, riafferma l’alleanza con l’Italia di Berlusconi.

Ma lo zenit della comicità lo raggiunge il capo compagnia, Prodi, che nel suo ennesimo delirio livoroso contro Berlusconi, afferma:
“Se gli Stati Uniti vogliono un alleato e un amico affidabile, che manifesti sempre con chiarezza e lealtà il suo accordo come il disaccordo, devono augurarsi che le prossime elezioni politiche diano all'Italia un serio governo di centrosinistra, saldo nelle sue convinzioni e leale nella sua coerenza”

Eh già, gli Stati Uniti, nella mentalità contorta del neo eletto miss Ulivo, dovrebbero preferire quelli che sistematicamente bruciano nelle piazze la loro bandiera a quelli che, invece, la innalzano a fianco del Tricolore.

E siffatto individuo è il migliore dei sinistri (visto che lo hanno eletto a loro capo) ......




(*) APPENDICE: i riferimenti che Watergate ha riportato nel suo post:

Siamo lontani dalla guerra e siamo lontani dall' accettarla, ma abbiamo anche la responsabilità di difendere i cittadini.
Nessuna democrazia occidentale pensa in maniera diversa da noi, tutti ritengono necessario un disarmo di Saddam e tutte le democrazie sperano che questo possa avvenire nella pace.
Italia e Inghilterra sono lontane da chi vuole la guerra, lontane dal desiderarla.
Ho detto che l'Italia è per la pace, ma l'opposizione è partita per la tangente e non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
C'è la voglia in tutti di trovare una soluzione che sia di pace.
Non ci è stata chiesta e non ci sarà nessuna partecipazione di militari italiani a una eventuale azione di disarmo forzoso. L'Italia si è invece messa a disposizione attraverso il governo e attraverso i colloqui che il presidente del Consiglio ha avuto con il presidente americano e con il premier inglese, per dare aiuti umanitari e servizi logistici per dopo un'eventuale, ripeto eventuale, operazione di disarmo forzoso.
Confermo la dichiarazione di tutti i Paesi dell'Unione Europea del 17 febbraio scorso: consideriamo ancora non inevitabile l'azione di disarmo forzoso.
Non può esistere un'Europa sganciata dagli Stati Uniti, non vogliamo la guerra ma non intendiamo mettere la testa sotto la sabbia.
Qui, il discorso di Berlusconi alla Camera (19 marzo 2003, primo giorno di guerra, scarica il pdf); nel quale viene ribadita la posizione italiana e l’intero percorso della nostra diplomazia.
:: posted by Massimo @ 10:52


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger