@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


La sinistra corrode le istituzioni

Con la candidatura dell’ex prefetto di Milano Ferrante a sindaco della città meneghina per conto dei comunisti e dei loro caudatari cattocomunisti, abbiamo una nuova dimostrazione di come la sinistra abbia fatto metastasi all’interno dello stato.

Non esistono piùuomini delle istituzioni”, ma solo persone che utilizzano il ruolo istituzionale, per definizione super partes, per trovare agganci e amicizie per il prosieguo della loro personale carriera.

E questi signori appartengono in massima parte alla sinistra.

Magistrati che a tambur battente si dimettono e si candidano nello stesso territorio in cui hanno esercitato e prefetti che fanno altrettanto.

L’augurio, ovvio, è che la candidatura del signor Ferrante abbia il medesimo risultato di quella, a Venezia, del signor Casson.

Ma è anche l’occasione per ampliare il discorso.

Abbiamo visto che tanto le nomine per concorso, quanto quelle attraverso una carriera svolta all’interno della burocrazia, portano al medesimo risultato: gettano la maschera e si schierano, eccome si schierano, altro che “super partes” !

Allora tanto vale accantonare ogni ipocrisia e applicare con puntiglio lo spoil system.

Chi arriva al governo ha il diritto/dovere di sostituire con propri fiduciari tutti i più alti funzionari dello stato: dai prefetti ai manager delle aziende pubbliche.

E si proceda con una ulteriore riforma della giustizia che porti alla elezione popolare dei pubblici ministeri: elettivi e a tempo, pienamente legittimati, quindi, a portare all’interno della loro attività anche le loro personali convinzioni socio politiche che verrebbero periodicamente sottoposte al giudizio degli elettori: se portano risultati, verranno rieletti e potranno anche concorrere ad incarichi di maggior prestigio.

Se, invece, si rivelassero dei chiacchieroni da salotti televisivi, allora verrebbero dagli stessi elettori condannati a cercarsi un altro lavoro.

Basta con i finti “uomini delle istituzioni” che, dietro la maschera, sono più di parte dei funzionari dichiarati di partito.
:: posted by Massimo @ 06:01


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger