@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Tutti a Roma. Dalla parte di Israele

Se potessi, ci andrei anche io. Ma purtroppo l'Università reclama e così non potrò esserci alla manifestazione di domani organizzata da "Il Foglio" a sostegno dello Stato d'Israele, dopo le farneticanti parole del Presidente dell'Iran, Ahmadinejad, secondo cui «Israele andrebbe cancellata dalla cartina geografica». Tocque-ville ha prontamente aderito, con mia somma soddisfazione, alla fiaccolata. Lo stesso dicasi anche per Alleanza Nazionale. Io vi avrei partecipato portando con me due bandiere: quella di Azione Giovani e quella di Israele. A qualche amico tale accostamento non avrebbe fatto molto piacere, ma credo che sia arrivato il momento di abbandonare le ipocrisie e - pur sostenendo l'idea di due popoli due stati - di appoggiare lo Stato di Israele contro le minaccie di parte del mondo musulmano e dell'Iran in particolare. Parlo di mondo musulmano, perchè l'odio anti-israeliano lo si insegna nelle scuole musulmane, dove nei testi di geografia non compare Israele, ma solo la grande Palestina.
Preoccupa invece l'assenza di certa sinistra, neorazzista anti-israeliana e anti-americana che profanando la parola "Pace", si schiera sempre dalla parte degli assassini e dei dittatori. Non ci saranno Rifondazione, i Comunisti italiani e i Verdi. Silenzio di Romano Prodi.
Intanto contro gli «italiani sionisti» una manifestazione parallela domani a Teheran davanti all’ambasciata di Roma. Non oso immaginare da che parte si schiererebbe - se dovesse scegliere tra le due manifestazioni - la sinistra radicale nostrana.
VIVA L'ITALIA
:: posted by Mariniello @ 10:37


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger