@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Vogliamo la par condicio

Ma quella vera, non quella infausta di scalfariana memoria.

Silvio Berlusconi ha trovato nuova energia dopo il vertice della maggioranza CdL nel quale si sono poste le premesse per una campagna elettorale che, indipendentemente dalle punte che saranno messe in campo, segnerà una grande unità tra tutte le forze di centrodestra.

Questa volta non sarà lasciato fuori dalla porta nessuno e lo scontro sarà titanico tra i due blocchi.

Gli accordi in via di perfezionamento con la Mussolini (Alternativa Sociale), Rauti (Movimento Idea Sociale), Rotondi (Democrazia Cristiana) e Lombardo (Autonomisti Siciliani) consentirà di mettere nel carniere del centrodestra tutti i voti anticomunisti.

Ma il centrodestra non è solo una mera sommatoria elettorale di partiti e movimenti divisi su tutto il resto (definizione che calza come un guanto alla sinistra), bensì una coalizione basata su un progetto che abbiamo già visto delinearsi in questi primi cinque anni di governo.

Un progetto che ha bisogno di essere portato a conoscenza del grande pubblico.

Come è necessario far conoscere i risultati di un impegno di governo che non ha precedenti nella storia repubblicana.

Ma come far conoscere la realtà quando i mezzi di informazione cartacea sono dominati da una cupola sinistra che mette in evidenza solo ciò che può convenire alla banda Prodinotti ?

E come riuscirci quando l’informazione televisiva è ingessata da una par condicio pensata e studiata “ad personam” proprio contro Berlusconi, da quello che sarà ricordato come il peggior presidente della repubblica ?

Cambiare la par condicio o, meglio, INTRODURRE una vera par condicio nella televisione, in modo che ognuno possa esporre le sue proposte, senza limitazioni e in regime di libertà.

Contingentare i tempi nei programmi di informazione e impedire la trasformazione dei programmi di intrattenimento in tribune politiche di parte da una parte e l’altro è liberalizzare l’accesso agli spazi pubblicitari anche per la propaganda di partito.

E non solo.

Anche tenere ben distinti i ruoli (e le risposte) tra le televisioni private e quella pubblica: quest’ultima obbligata ad un comportamento equidistante, le prime libere, come è nella loro natura e come fanno i quotidiani, di schierarsi.

E’ questa la vera par condicio che liberalizzando la possibilità di rivolgersi (nei modi e nei tempi desiderati) ai cittadini consente di esporre programmi e idee, risultati e proposte, senza il filtro di chi ha paura che le informazioni circolino liberamente.

Naturalmente la sinistra è contraria alla vera par condicio e, anche in questa circostanza, si è arroccata su posizioni di estrema conservazione dell’esistente: potevamo dubitarne ?
:: posted by Massimo @ 14:21


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger