@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Come morivano gli Italiani: Milite Scelto Giuseppe Zanelli.

Il triste filmato di questi giorni che ripropone la morte da Vero Eroe di Fabrizio Quattrocchi riporta alla memoria come morivano certi Eroi Italiani oggi dimenticati; come Giuseppe Zanelli.
Nato a Mortizza (Pc) il 20/09/1918. Dopo aver preso parte alle operazioni militari sul Fronte Occidentale, l' 8 Settembre aderì alla RSI e venne assegnato al 630 Comando Provinciale della G.N.R. . Fu catturato dai partigiani a Folignano di Ponte dell'Olio (Pc) e condotto con insulti e percosse a Bettola. Qui gli fu ordinato di gridare "W Stalin", ma egli gridò "Evviva il Duce !"; gli venne imposto di cantare " Bandiera Rossa", ma intonò "Battaglioni M". Condannato alla Pena Capitale, i partigiani gli chiesero l'ultimo desiderio; e poichè era appassionato di lirica ed aveva una bella voce da tenore, chiese di cantare un pezzo dalla "Tosca" . Sereno, attaccò: " E lucean le stelle...ed olezzava la terra...e muoio disperato !" La piccola folla radunata sulla collina di Bettola, vicino al cimitero, si commosse fino alle lacrime ed agli applausi. Il partigiano che comandava il plotone d'esecuzione non si commosse ed ordinò allo Zanelli di scavarsi la fossa. Poi una scarica ed il silenzio. Era il 20 Agosto 1944, la salma riposa oggi nel Cimitero di San Giovanni di Bettola (Pc).
:: posted by Starsandbars/Vandeaitaliana @ 17:30


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger