@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Le riforme di Berlusconi


L’informazione in gran parte asservita agli interessi dei grandi gruppi industriali (grandi anche per indebitamento) che hanno una comunanza di interessi con la sinistra (che si traduce nell’assalto alla diligenza del denaro pubblico) hanno sistematicamente passato sotto silenzio o cercato di sminuire la portata delle riforme poste in essere dal Governo Berlusconi in neppure cinque anni.
Vogliamo quindi colmare una lacuna individuando le principali riforme, quelle che hanno contribuito a lasciar il segno maggiore nella trasformazione dell’Italia dalla italietta che è stata lasciata in eredità da una sinistra che ha regalato solo irap, eurotassa ed euro.
E’ un riconoscimento per quello che è stato fatto e che, portato a conoscenza degli Italiani, aiuterà a prendere la decisione più giusta: confermare la fiducia a questa Maggioranza che è l’unica ad aver realizzato quelle riforme di cui il paese aveva bisogno e che si candida legittimamente a proseguire sulla medesima strada.
La sinistra di governo l’abbiamo già disgraziatamente testata tra il 1996 e il 2001: nonostante il periodo di “vacche grasse” nell’economia mondiale non è stata capace di realizzare alcuna riforma, ma solo di aumentare la pressione fiscale sui cittadini.
Il Governo Berlusconi, invece, non solo non ha mai messo le mani nelle tasche dei cittadini, ma ha restituito una (sia pur piccola) parte di quanto indebitamente sottratto dallo stato negli anni e decenni precedenti e, nonostante una situazione di crisi internazionale iniziata nel 2000 ed accentuata dall’aggressione terroristica musulmana culminata l’11 settembre 2001 con l’attacco agli Stati Uniti, ha realizzato (non proposto o vagheggiato: realizzato) riforme che hanno impresso una autentica sferzata a tutto il paese.

I post che seguiranno nei prossimi giorni (e saranno raccolti in un unico link raggiungibile tramite il banner che sarà inserito nel template) hanno quindi lo scopo di illustrare, in modo discorsivo, quelle che sono state alcune delle riforme del Governo Berlusconi, quelle che, a insindacabile giudizio de Il Castello, sono le più significative per la loro portata innovativa.

… e andiamo avanti !

Le Riforme di Berlusconi

La Legge Biagi: la Riforma del mercato del lavoro

Le Riforme di Berlusconi: le pensioni

Università:la grande riforma del centrodestra

Le Riforme di Berlusconi: il voto agli Italiani all'estero

Le Riforme di Berlusconi: no smoke

La Riforma del Diritto Societario

La Riforma elettorale

La Devoluzione
:: posted by il Castello @ 06:00


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger