@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Sentenza sui "guerriglieri":non in mio nome

Le sentenze dei tribunali italiani sono emesse "nel nome del popolo italiano".
Mi piacerebbe sapere nel nome di quale frazione del popolo italiano è stata emessa la sentenza che conferma la decisione del magistrato Forleo e legittima il reclutamento di poveracci per far loro il lavaggio del cervallo e mandarli ad uccidersi in Iraq, assassinando altre persone.
Sicuramente non è presa nel nome di quel popolo italiano che tanto si è prodigato, tramite le sue truppe, dopo la liberazione conquistata sul campo grazie agli AngloAmericani, per pacificare quella regione punita prima da Saddam, poi dal terrorismo musulmano.
Sicuramente non è presa nel nome dei nostri Martiri: Quattrocchi, i Caduti di Nassyria.
Sicuramente non è presa nel nome dei milioni di italiani che sono disponibili ad accogliere in pace gli immigrati, purchè questi non abbiano la pretesa di cambiare i nostri costumi, le nostre leggi e di imporre le loro.
A ben vedere sembra presa solo nel nome dei no global, dei pacifinti, dei soggetti come il prof. Marco Ferrando (di Rifondazione Comunista, il partito di Bertinotti determinante alleato di Prodi) che ha trovato il modo di giustificare l'assassinio dei nostri soldati a Nassyria.
A questo punto ci possiamo domandare: cos'altro dobbiamo aspettarci da questa magistratura ?
Sembrava ormai giunta al fondo del barile con le continue indagini (senza esito) contro Berlusconi.
Invece vediamo che Fiorani (Banca Popolare Italiana) il protagonista sconfitto della scalata all'Antonveneta è ancora in galera, mentre Consorte (Unipol) il protagonista sconfitto della scalata a BNL è libero.
E adesso l'appello (e speriamo che la cassazione faccia onore al suo nome) che assolve ancora dall'accusa di terrorismo internazionale chi ha reclutato e mandato in Iraq terroristi suicidi.
Che dire ?
Nell'agenda del prossimo governo non potrà mancare la giustizia, per affrontare, come fece Alessandro con il nodo gordiano, anche la questione inerente a questa magistratura nella quale, ormai, non mi riconosco più (e non credo di essere il solo) e che non emette sentenze anche "in mio nome" .
:: posted by Massimo @ 15:52


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger