@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Analisi su una delle proposte estrapolate dal tomo sinistroide.

Feltri, ieri sera su una televisione privata di cui non ricordo il nome. (scusate)

Dopo aver dato il premio "bamba" a Diliberto per via delle "mani grondanti sangue" si é soffermato sulla proposta delle "famiglie di fatto".

Attenzione al termine, NON coppie di fatto ma, "famiglie di fatto".

I sinistrati non hanno fissato il numero dei componenti delle famiglie di fatto esclusa la discendenza.

Ovvero: o due gay, o due lesbiche, o due etero.

Omettendo di definirne il "numero" lasciano la breccia per una "interpretazione elastica" della legge, ovvero, più adulti in un numero minimo superiore a due.

Indovinate a chi fa comodo una simile "dimenticanza?".

Ma hai nosti affettuosi amici musulmani.

Una delle argomentazioni principe a sostegno dei culattoni portata dai sinistrati é che i padri costituenti non hanno specificato che intendevano maschio e femmina quando hanno leggiferato sulla famiglia.

Se é per quello, essendoci un "vuoto interpretativo" nulla vieta di chiamare "amore coniugale" benedetto dalla società l'unione fra un cavallo e una femmina umana, ma tant'é, per i sinistri sinistrati l'amore prevalica la "natura".

Se tanto mi da tanto chissà quali e quanti trabbocchetti vi sono inseriti a favore dei "novelli" padroni tanto cari a Diliberto e schiuma sociale varia.

Bebe
:: posted by bebe @ 19:17


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger