@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Il presenzialista delle lapidi.


Questo pacioso signore ai non milanesi non dirà molto (e spero continui in futuro a non dire nulla...).
E' il Consigliere Comunale nonchè capogruppo DS Emanuele Fiano.
Me lo ricordo bene , lo ha avuto vicino all' inaugurazione della Targa per Sergio Ramelli ai Giardini a lui intitolati, lo scorso Aprile. Circondato dai giornalisti, lanciava dichiarazioni buoniste ed improntate al dialogo per una memoria comune su quegli anni drammatici per la nostra repubblica, gli anni '70.
Lo stesso signore , a titolo personale, ha partecipato ieri alla ricollocazione della targa abusiva degli anarchici in Piazza Fontana su Pinelli che ho raccontato in http://santosepolcro.splinder.com . Sempre circondato dai giornalisti.
Peccato che in quest' occasione sia stata infangata la memoria del Commissario Luigi Calabresi, ucciso da Sofri e compagni. Peccato che i tanti cattivi maestri presenti ieri sicuramente non desiderino la memoria comune, dietro al vetusto striscione "La Strage è di Stato". A cominciare da quel Dario Fo che oggi, purtroppo, compie 80 anni. Di cui con Franca Rame ricordiamo certe dichiarazioni su Carlo Falvella non certo improntate alla moderazione.
Fiano, meno presenzialismo e più coerenza; o forse più conoscenza storica: chi ha ucciso Ramelli in quegli anni era sodale con chi uccise Calabresi.
ASSASSINI IN NOME DEL COMUNISMO !

E quello che mi lascia di stucco è il commento di Fiano, che parla di " strategia della tensione elettorale", non certo riferendosi alle parole di Valitutti o di altri reduci presenti per i quali l'orologio è fermo a quegli anni per niente formidabili.
:: posted by Starsandbars/Vandeaitaliana @ 16:49


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger