@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


La manovra disperata dei poteri forti

Secondo voi, può attirare più voti un Corrierone che appoggia apertamente la sinistra o un Corrierone che avesse continuato a far finta di essere indipendente ?
Giusto: buona la prima.
Allora perché l’improvvisa uscita di Mieli con il suo endorsement per Prodi, Luxuria, Grillini, Diliberto e Caruso ?
E perché la subordinata del se proprio vi fa schifo votare a sinistra almeno votate Fini o Casini ?
A pensare male … con quel che segue e allora pensiamo male.
E pensiamo così male da supporre che ai poteri forti che dominano il corrierone di Mieli siano venuti i sudori freddi a leggere qualche sondaggio, forse non edulcorato ad uso propaganda, dal quale potrebbe emergere non solo il recupero, ma anche il sorpasso del Centro Destra sulla sinistra, trainato da un forte recupero di Forza Italia.
Un recupero causato da vari fattori: la riduzione del numero degli indecisi, la graditissima (per un elettorato di Centro Destra) rinnovata determinazione del Leader Berlusconi, la vergognosa fuga di Prodi dal confronto televisivo, la composizione delle liste elettorali che da una parte mettono in evidenza personaggi equivoci o impresentabili, saltafossi professionisti, mentre nel Centro Destra vengono scelte candidature di qualità e soprattutto caratterizzate dalla forte leadership di Berlusconi, Fini, Bossi, Casini, Mussolini.
Allora a cosa potrebbe mirare la scelta sicuramente eterodiretta di Mieli ?
Ricordiamoci dello scontro tra Berlusconi e Montezemolo e dei problemi irrisolti degli esuberi Fiat, irrisolti perché la società degli Agnelli vorrebbe scaricarli sul pubblico, cioè sull’Inps, mentre il Governo Berlusconi punta ad una riconversione senza costi per il pubblico, cioè per i cittadini.
E’ probabile che spogliarsi del mantello super partes, da “autorevole” quotidiano indipendente, per scendere nella mischia sia dettato da un calcolo (rischioso).
Mieli cerca di frenare in questo modo la discesa della sinistra, garantendone, con la residua fama del corrierone, la correttezza politica, perché da sola non riesce a proiettare una immagine rassicurante verso il ceto medio.
Sfido io: chi potrebbe essere rassicurato da candidati come Luxuria, Grillini, Diliberto, Caruso e, soprattutto, da una coalizione guidata da uno che sguscia con improbabili pretesti dal confronto televisivo con Berlusconi ?
E allora, secondo voi, gettare alle ortiche l’ultima foglia di fico della indipendenza dell’ “autorevoleCorrierone, è un segnale che le cose per la sinistra vanno bene o che, invece, sentono svanire la vittoria che fino a pochi mesi fa davano per certa ?
:: posted by Massimo @ 07:00


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger