@
il Castello WeBlog

 

 

"http://ilcastello1.net A quasi tre anni di distanza dall'ultimo cambiamento, chiarita urbi et orbi l'inaffidabilità di Fini, ci riproviamo a dare una casa comune ai blogger di Centro Destra.
I Principi ispiratori sono sempre gli stessi e si basano sulla Libertà Individuale, la Proprietà Privata, la ricerca del Benessere e della Sicurezza, nell'ambito di una società le cui radici affondano nella Romanità e nella Cristianità e, quindi, su valori etici e morali solidi e non ambigui e in cui la Famiglia, come nucleo di base della società degna di tutela, è solo quella formata da un Uomo e una Donna.
Noi non abbiamo cambiato bandiera, nè Valori, per questo possiamo a viso aperto reclamare la coerenza di questo aggregatore, rigorosamente di Centro Destra.
Il Castello si "sposta" quindi a questo link "http://ilcastello1.net aprendo a tutti coloro che condividendone principi, idee e collocazione politica, vorranno contribuire al suo successo.
Il "vecchio" Castello resterà comunque in linea e, per qualche tempo ancora, anche in funzione, ma sin d'ora invitiamo tutti a collegarsi al "nuovo" Castello "http://ilcastello1.net, che già vede aggregarsi blogger in attività di Centro Destra.

"http://ilcastello1.net


Ossigeno rosso per Prodi

Arrivano le panzerdivision della sinistra.
Acclarato il recupero elettorale del Centro Destra e con le ginocchia tremolanti del leader che appare sempre più come un pugile suonato prima ancora di salire sul ring, alla sinistra non è restato altro che mettere in campo il suo soccorso rosso, ossigeno per il leader in affanno.
A differenza del vergognoso appoggio ai "compagni che sbagliano" degli anni settanta, questa volta gli ex di potere operaio come Paolo Mieli, usano i mezzi graziosamente forniti dai non più odiati, ma alleati e soprattutto burattinai, capitalisti.
E a differenza di quanto accadeva negli anni settanta è una parte della magistratura che, con cronometrica puntualità, degna delle migliaia di cause che ammuffiscono nei faldoni dei tribunali, entra in campo per fermare l'avanzata del Centro Destra.
Peccato che manchino di fantasia.
E' tutto un già visto.
La stampa di sinistro regime, previa autorizzazione dei poteri forti, attacca il Premier che risale troppo nei sondaggi.
Contro lo stesso premier scatta l'ennesimo rinvio a giudizio, che finirà con un nulla di fatto, come sempre.
Come ciliegina (visto che quest'anno si parla di elezioni politiche) arriva anche l'attacco a un ministro alleato del Premier.
Solo così possono sperare di vincere: mettendo in campo tutto e di più.
Ed è la misura della paura che attorciglia il loro stomaco, il peggior incubo che possano avere: altri cinque anni di un Berlusconi che recupera ... recupera ... recupera ...

Update: appena finito di scrivere, sento al gr1 che il segretario Udc Cesa sarebbe indagato dalla procura di Catanzaro.
Come faceva dire Conan Doyle a Sherlock Holmes: una coincidenza è solo una coincidenza, due coincidenze sono due coincidenze, tre coincidenze cominciano ad essere una probabilità.
E qui, le coincidenze tra indagini, endorsement dei poteri forti e le elezioni politiche sono già ben quattro.
:: posted by Massimo @ 08:22


Links

Italy
TocqueVille


Security Tools

MS Safety Live
Antidialer
Antivirus
Antispyware

Feed

Atom 1.5
RSS 2.0

Il Castello si rinnova

Blogger